7 cose da fare durante la quarantena

E così anche voi siete chiusi in quarantena in attesa di poter andare a buttare la spazzatura o portare giù il cane, magari del vicino, giusto per riassaporare la libertà e l’aria aperta.

Ma niente paura, anche stando a casa le vostre giornate potranno essere piene di attività di vostro gradimento. Perché dico questo? Perché ho il SuperHomePower.

Così ho pensato di scrivervi una lista di sette tipi di attività alle quali potervi dedicare. E quando tutto sarà finito potrete tornare a bere Spritz senza problemi.

Continuate a leggere e vi assicuro che anche a casa vostra, con solo la classica scrivania Ikea e il tè appena filtrato, troverete qualcosa di adatto a voi.

Inziamo!

  • Tieniti in forma

Lo so, avete letto il primo consiglio e avete pensato che forse stare a casa non mi abbia fatto bene. E invece no, una delle prime cose a cui conviene pensare e come mantenersi in forma.

La palestra in cui andavate di solito ormai è chiusa e certo non potete diventare personal trainer in un giorno. Ma perché rinunciare a una bella scarica di endorfine? Questi ormoni favoriscono la sensazione di benessere, e di certo ne abbiamo bisogno.

Allora ecco alcuni consigli per rimanere in forma mentre siete a casa.

Yoga con Adriene. Cliccate qui per andare a questo canale Youtube consigliatomi dalla bravissima Francesca di Le ore dentro ai libri. Lo yoga è una delle attività più adatte a rilassare corpo e mente, senza rinunciare a una buona riattivazione muscolare. Piccolo consiglio: ordinate i video dal meno recente al più recente se non siete già allenati.

Se siete più in forma di me potreste invece provare con questo allenamento qui. Ok, lui è abbastanza grosso, ma guardate gli esercizi. Tutto ciò che vi serve è un elastico. Posso dirvi che anche io seguirò i suoi consigli per tornare in forma e abbandonare la mia forma melanzanica.

L’ultimo invece è molto semplice. Se avete voglia solo di un po’ di movimento potete, leggete bene, salire e scendere le scale del vostro palazzo o della vostra abitazione, se lo fate con una certa velocità pare sia addirittura tonificante. E difficilmente incontrerete qualcuno.

  • Impara l’arte della cucina

Non parlo di iscrivervi al prossimo MasterChef o di sfidare Bruno Barbieri ai fornelli. Però con tutti questi giorni liberi perché non imparare come si cucina un buon risotto o come friggere due uova?

Spesso ci dimentichiamo di cosa voglia dire davvero cucinare, soprattutto perché i sacchetti pronti dei food delivery ci arrivano sotto il naso e la fretta di mangiare ci assale.

Ma cucinare è un modo di prendersi cura di noi stessi e degli altri. La spesa tanto la dovete fare lo stesso o ve la potete far portare a casa. Quindi proviamo a migliorare la nostra manualità ai fornelli.

Pst! Dicono pure che sia sexy.

Allora su cosa ci alleniamo?

Cominciamo dalla colazione. La vogliamo buona e sfiziosa, adatta a questi giorni in casa. Allora cosa c’è di più tipico dei pancakes. Cliccate qui e trovate una ricetta di Sonia Peronaci. Al posto della Nutella voi metteteci quello che vi pare, tanto sono sempre buonissimi. Io li adoro con la frutta fresca.

Di solito si mangia a cena, ma a pranzo, merenda o quando vi pare la pizza è sempre la regina. Sapevate che la famosa pizza Margherita risale al XIX secolo e venne realizzata in onore della regina di casa Savoia? Per realizzarla seguite la ricetta del famoso Gino Sorbillo in questo video su YouTube.

L’ultimo piatto vi richiede un po’ di impegno in più, lo so, ma sono troppo buone le arancine (lo so, gli amici catanesi avranno da ridire, ma io sono di origini palermitane).

Dal link che trovate qui arrivate a un sito, dedicato esclusivamente alle arancine, che ho scoperto in questi giorni e che vi spiega passo passo la realizzazione di questi piccoli e poco leggeri capolavori della tradizione sicula. Per il ripieno sentitevi liberi, io per esempio le preparo con salmone, zucchine e besciamella.

  • Sfruttate questi giorni per imparare qualcosa di nuovo

“Studia mentre gli altri riposano” è uno dei mantra degli appassionati di crescita personale. Senza esagerare e ricordando che le pause sono fondamentali per la nostra mente, studiare resta un’ottima soluzione. Sempre.

Vediamo allora qualche sito in cui potete dar sfogo alle vostre curiosità e alle vostre passioni.

Il primo che vi propongo è uno dei più famosi. Si tratta di Coursera, una piattaforma di e-learning che offre tantissimi corsi, gratuiti e a pagamento, grazie anche ad alcune delle migliori università del mondo. Se volete potrete ottenere anche delle certificazioni, a patto che superiate il corso, con una piccola quota. La lingua prediletta è l’inglese, ma non è l’unica.

Piattaforma italiana sempre nell’ambito dell’e-learning è quella di EduOpen, qui trovate corsi disponibili in tre lingue (italiano, inglese e francese) e, stando alle FAQ, tutti gratuiti se non volete certificazioni.

Ma forse state pensando a imparare nuove competenze per cambiare la vostra professione o migliorare la vostra attività. Allora ecco per voi un corso di mamma Google, ce ne sono molti e alcuni li ho seguiti anche io, questo però l’ho scoperto di recente: Creator Academy di YouTube, per entrare nel mondo dei video con una marcia in più.

  • Film e serie

Tappa obbligata del “cosa fare” è quella dei film e serie. I miei consigli volevano essere tutti per Netflix, che però ha tolto il mese gratuito, e allora vediamo anche altre opportunità.

La prima che vi presento è frutto della mia passione principale, che potete trovare su questo blog, vale a dire la letteratura. E allora, se tra i vostri autori e autrici preferiti ci sono gli italiani, la Rai ha pensato a voi. Scrittori d’Italia. Romanzo Italianoè un viaggio con la giornalista Annalena Benini alla scoperta del rapporto degli scrittori contemporanei con le loro regioni d’origine e con la letteratura.

Chiariamolo,quello che vi suggerisco ora potrebbe anche essere un modo per formarvi, ma le conferenze Ted sono una meraviglia e sono gratuite. Dove potete vederle? Ma sul sito stesso del Ted, ovvio. Gran parte dei video sono in inglese, ma ne troverete anche in italiano. Sono sicuro che vi piaceranno moltissimo.

Infine devo inserire Netflix. Sex Education è una serie che merita, una serie che affronta i temi della sessualità a 360 gradi e in modo leggero, attori davvero bravi e tante ore di divertimento mai banale. Ps. se avete in casa genitori o figli è meglio che usiate le cuffie.

  • Libri Libri Libri

Lo so, sono di parte, ma non vedevo l’ora di arrivare a questo punto. I libri sono una delle mie grandi passioni. Volevate che non vi suggerissi qualcosa da leggere?

Cominciamo da due consigli, uno per il genere letterario e uno per l’ambito saggistico.

Il primo consiglio è Cecità di José Saramago, ve ne ho anche parlato qualche tempo fa e cliccando sul titolo potete trovare l’articolo. Il tema oltretutto è ironicamente attuale, visto che anche lì troverete una pandemia.

Il secondo consiglio è Come migliorare il proprio stato mentale, fisico e finanziario, un saggio motivazionale del famoso (Anthony) Tony Robbins. Le nozioni riprese da Robbins si basano sulla PNL, sulla psicologia e in particolare sull’ipnosi eriksoniana, che ci crediate o meno la cosa importante è che funzioni (citando Woody).

A queste vanno affiancate delle iniziative lodevoli di alcune case editrici che hanno messo a disposizione di tutti il download di alcuni loro volumi. Di seguito trovate i link.

  1. Edizioni Dedalohttps://www.edizionidedalo.it/content/solidarieta-digitale
  2. Il Saggiatorehttps://www.ilsaggiatore.com/solidarieta/
  3. Las Vegas Edizioni – https://www.lasvegasedizioni.com/ebook-gratis/
  4. Bookabook – https://bookabook.it/stare-casa-leggere-casa/
  5. Gallucci editore – https://www.galluccieditore.com/ebookgratisperlemergenza/
  6. Adelphi – https://www.adelphi.it/news/115/un-ebook-di-mark-twain-in-omaggio

  • Cosa ascoltiamo?

Quando avete avuto il tempo per ascoltare un album o un podcast senza dover pensare ad altro? Probabilmente mai.

Siamo abituati a vedere film e mangiare, leggere e sentire della musica, ma ascoltare con attenzione qualcosa richiede una certa libertà. Allora possiamo approfittare di questa situazione e grazie a Spotify e YouTube possiamo farlo gratis!

Il primo è un album che ascolto spesso, coniuga riflessione e divertimento senza ridurre la qualità musicale dei brani. Sto parlando di Sindrome di Tôret di Willie Peyote. Avrete più o meno un’ora di buona musica. Se non mandate in loop qualche traccia.

Il secondo suggerimento è When We All Fall Asleep, Where Do We Go? di Billie Eilish. Album in studio ed esordio di questa giovanissima della musica americana che ha conquistato consensi ovunque, tanto da essere stata nominata Miglior Artista Esordiente dell’Anno 2020 ai Grammy Awards. Così, giusto per iniziare piano piano.

E un podcast non poteva mancare. Ma lo sapete che i podcast sono diventati uno dei settori di punta dell’audio? Pare che ascoltare delle voci senza la distrazione delle immagini piaccia molto alle persone.

Visto che sono in dubbio tra due scelte…

Il famosissimo podcast di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri con storie formidabili di donne “strane, pericolose, esagerate… stronze”, come dicono le due autrici: Morgana. Se ancora non l’avete ascoltato, vi siete persi qualcosa di meraviglioso.

Come vi dicevo, c’era un dubbio, e allora eccolo l’altro podcast da seguire: Racconti (un podcast inutile). Titolo didascalico che più non si può per la narrazione a voce dei racconti selezionati dalla rivista inutile.

Ci siamo. L’ultimo dei consigli.

Intanto se questo articolo ti ha fatto finalmente riprendere dal torpore casalingo condividilo con un amico o un’amica.

  • Dedicati del tempo e ascoltati
Photo by Madison Inouye on Pexels.com

“Non aveva già parlato prima del tran tran quotidiano a cui siamo abituati” e bla bla bla. Avete ragione, l’ho già accennato, ma era per altre cose.

Ora invece voglio darvi un consiglio da SuperHomePowerMan (titolo troppo lungo per un super eroe, anche se scarso).

Il rumore della quotidianità ci permette di sopravvivere ogni giorno, ma ogni tanto dobbiamo riconnetterci con noi stessi. Almeno per capire la direzione che ha abbiamo dato alla nostra vita.

In questi giorni, se il lavoro non ha triplicato la vostra attività come accade in molti casi, potete provare a stabilire un breve momento per voi stessi. Cinque o dieci minuti basteranno per cominciare.

Solo voi, la vostra mente e la vostra coscienza per qualche minuto. Chiudete gli occhi, respirate davvero, ricordate che il vostro corpo e la vostra testa sono amici se volete. Basta questo.

Realizzate solo il momento dedicato, restateci e se avete la sensazione di perdere l’attenzione riportatela indietro, con calma. Tanto di solito, soprattutto se non l’avete mai fatto, l’attenzione salta ogni trenta secondi in direzioni diverse, come una di quelle palline che rimbalzano. è normale.

Photo by bongkarn thanyakij on Pexels.com

Bene, sono certo che anche solo con la vostra immaginazione, o con le vostre passioni, potrete affrontare meglio del previsto questo stop improvviso. Intanto fatemi sapere cosa ne pensate di questo articolo con un commento o un like.

Se volete avere un elenco sempre aggiornato sulle iniziative gratuite per questo periodo, potete cliccare qui e leggere l’articolo della bravissima Federica.

Spero che i miei suggerimenti vi siano stati utili. Buone letture e state a casa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Liberementi

Libri Libera Menti

LA DIVORATRICE DI LIBRI

Viva la letteratura, quella bella, sempre!

microcosmodiparole

parole come sassi, nuvole sospese, frecce infuocate, foglie cadute

Spleen, Trash & Trivia

Spleen, perché fa intellettuale. Trash, perché "ma intellettuale dove?". Trivia, perché alla fine è un'accozzaglia di roba a caso.

BiblioMediaBlog

il blog delle biblioteche pubbliche digitali italiane

Il Club dei Lettori Solitari

il blog di Silvia Biglino

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Viaggiando tra mondi di carta

"La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno” (Francis de Croisset)

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: